Schegge di Follia, Chris Benoit

Posted by EdTv | Brodo | sabato 30 Giugno 2007 10:04

Boh.
Forse sto per dire una cazzata.
Perché vado a memoria.

Ho cercato riscontro su web ma non l’ho trovato.
Eppure me lo ricordo bene.

Molti anni fa, forse era il 1991.
In televisione trasmisero un film che con il tempo si rivelò un cult.
A me piace molto.
La suppo-critica lo definì “sopravvalutato”.
Anzi, per la precisione “bello, ma sopravvalutato”.

Era Schegge di Follia con una Winona Ryder semplicemente meravigliosa.
Per non parlare di Christian Slater.

Il giorno dopo la messa in onda, in Italia, un ragazzino decise di imitare la scena clou del film.
E ci scappò il morto.

Naturalmente, siccome siamo uno Stato evoluto, civile e consapevole. La Commissione Censura interviene immediatamente, pone il divieto ai 18 anni per Schegge di Follia e noi non lo rivedemmo mai più in televisione.
Il bello è che in un sito ho trovato scritto “questo film che in America è un cult, in Italia è stranamente poco noto”.
Te credo.

Mai che accade con Padre Pio per esempio.
Tipo il giorno dopo la messa in onda della fiction con l’orrido Castellitto,
50 giovani si fanno i buchi sulle mani perché fa fico,
e allora interviene la commissione censura a proibire le immagini sacre del Frate.
Sarebbe bello ma ovviamente stupido.

Come stupido è da parte di Italia1 la decisione intellettual-chic
di mettere al bando il Wrestling dopo l’assassinio, da parte di Chris Benoit, della moglie e del figlio.
Come è ancora più stupido che tutto il mondo dei blogger o, più in generale, del web che spesso ha utilizzato come linea comune un certo approccio libertario, siccome si tratta di wrestling allora ‘sto giro la censura va bene.

Il wrestling mi piaceva. Non lo consideravo violento.
Mi faceva sorridere perché anno dopo anno cercava nei personaggi di riprodurre degli spaccati della società americana: l’immigrato irlandese, l’americano doc, il biker, il frocio, il canadese, il rapper, etc..
Stereotipi molto divertenti, naif, creati per un pubblico di bambini, Che giustamente impazzivano.

Poi mi piaceva la spettacolarizzazione dei corpi, l’idea di “sport puro”, privo della reale dimensione agonistica, carico di messa in scena ad altissimo tasso acrobatico.

Ora non lo vedrò più.
Ma non la si può chiamare censura.
No.
Perché lor signori han deciso che se si tratta di Wrestling, non è censura, no.

in realtà ho come la sensazione che gli ascolti…mhh… che andassero così bene? Quale modo migliore per uscirne, se non da eroi? Mi consolo con Geoff Farina

18 Comments »

  1. Comment di EdM — 30 Giugno 2007 @ 10:23

    Hai perfettamente e maledettamente ragione!
    Il wrestling è un fenomeno nordamericano di tutto rispetto.
    Per dire… qui da noi si privilegia la spettacolarizzazione delle psicosi e delle manìe familiari come ci insegna Cogne o Novi Ligure…

    Io adoro il wrestling per la capacità di ironizzare ed eccedere, di deridere e di scimiottare la propria identità, condendo il tutto con delle dosi di atletismo che viste dal vivo sono fenomenali. Un bestione di 130 Kg che salta come una cavalletta è uno spettacolo in sè, Barnum insegna…

    Viva Il Wrestling!

  2. Comment di sisterB — 30 Giugno 2007 @ 11:38

    tutti pronti a perdersi in sperticate dichiarazioni d’amore alla linea, qui in italia. a parlare della necessità del coraggio e resistenza alla barbarie. ad aderire a parole a strutture di pensiero simil-fa§iste. salvo poi disperdersi come birilli al primo alito di vento.

    più che di moralisti parliamo di cacasotto.

    ciccio valenti e christian recalcati sono la cosa che mi mancherà di più. specialmente ciccio. (ehehehehehehehehe)

  3. Comment di kross — 30 Giugno 2007 @ 17:53

    a me piaceva il catch, che mi dicono esistere ancora…da qualche parte…il catch e l’uomo tigre.

  4. Comment di il.poeta — 30 Giugno 2007 @ 19:56

    Non ne sentiro’ la mancanza 😉

  5. Comment di S.B. — 1 Luglio 2007 @ 14:21

    A me è sempre sembrato una bischerata…

  6. Comment di Ant — 2 Luglio 2007 @ 06:57

    E’ un piacere tornare in ufficio il lunedi’ e trovare i tuoi post.

  7. Comment di Vara — 2 Luglio 2007 @ 11:02

    mai coperto il wrestling. appena ho capito che facevano finta (immediatamente) mi è sembrata una vaccata di proporzioni tipicamente americane. li trovo semplicemente ridicoli; non divertenti, ridicoli.
    Ma è ancor più ridicola questa storia della censura, non sta in piedi… la cronaca nera offrirebbe altrimenti spunti per censurare praticamente ogni categoria professionale (oltre che confessionale): MEDICO AMMAZZA MOGLIE = via tutte quelle serie di successo ambientate nelle corsie d’emergenza? CUOCO AFFETTA MAITRE = basta programmi di cucina? Che minchiata!

  8. Comment di pc — 2 Luglio 2007 @ 13:41

    giusto per sdrammatizzare italia1 potrebbe mandare in onda il geniale “nacho libre”

  9. Comment di Barbara23 — 2 Luglio 2007 @ 13:54

    Schegge di follia lo fecero una volta su una televisione privata, tipo Italia 7 Gold. Però era tipo il 94/95 – se ben ricordo. Ero giovane, impressionabile, in cerca di personaggi in cui rispecchiarmi e solidi paletti morali. E

  10. Comment di R. — 2 Luglio 2007 @ 13:54

    “Nacho Libre” e’ troppo avanti.

  11. Comment di Barbara23 — 2 Luglio 2007 @ 13:57

    E li trovai (volevo concludere).
    In barba a tutta questa censura del cavolo.

  12. Comment di pomodorina — 3 Luglio 2007 @ 13:50

    non ho mai pensato a questo rapporto tra “censura” e “ascolti bassi”…. mmmm …. forse hai ragione!

  13. Comment di holly — 29 Luglio 2007 @ 18:23

    Sono una fans di Eddie Guerrero, anzi ora dovrò dire ero! Tutta questa censura è inutile in un paese che va a rotoli.Sembra che censurando il wrestling le cose vadano a posto da sole, niente più morti per imitazioni.. eh beh!che consolazione!io mi aspettavo una serata inedita con la story di Chris Benoit e invece hanno pensato bene di chiudere i battenti con la trasmissione in Italia..roba da matti!Io non ci credo che Chris abbia ucciso figlio e moglie, perchè tra l’uccisione del figlio e quello della moglie sono passate ore.. Non è normale che in un ipotetico raptus di pazzia uccidi prima un famigliare e poi l’altro:li uccidi entrambi a pochi minuti di distanza. Chris era di animo buono, non ci credo che abbia perso la testa.Purtroppo sono parole al vento le mie, però mi fa piacere che qualcuno, oltre e me, si sia accorto che questa televisione fa SCHIFO! solo donne nude che si incolpano l’una con l’altra d’aver tirato di coca e poi ti fanno la paternale che loro sono brave ragazze!!!!ma PER FAVORE!!!

  14. Comment di samuela — 20 Novembre 2008 @ 21:21

    chris benoit ti porterò con rispetto per sempre nel mio cuore!!!!!!!!!!!!ti voglio bene samu.

  15. Comment di valerio — 20 Novembre 2008 @ 21:32

    viva mighail gorbaciov!!!!
    ringraziate tutti lui se il mondo va così, con la distruzione dell’ unione sovietica è antato tutto a rotoli, W la globalizzazione, W il nuovo mondo, la droga, le armi, la guerra, gli stranieri che ci invadono, le industrie che falliscono e la grande crisi social-economica.
    maguardate io dico solo questo maledetto mighail e quel maledetto demone lassù che ancora lo fa vivere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  16. Comment di samuela — 20 Novembre 2008 @ 21:35

    più che altro anche maledetto l’uomo…..che è un mostro vero in tutti i sensi.questa è la verità purtroppo la fine è vicina….chris benoit si è in parte salvato da questo mondo crudele.

  17. Comment di salvatore -basta 71 — 19 Giugno 2009 @ 15:29

    io il wwe lo sguo dai gli anni 80 quando a telenorba emmitente del sud pugliese trasmetteva ilcacet con il vero uomo tigre e antoni inochi eccc,ed era belliso.poi dopo tanti anni o scoperto wwe esmackdown,bellisimi tutte due ma pero tutto questo in italia non si puo fare io chiedoa voi giovani di muovervi sia con la musica e le cose belle che si possono vedere in tv siete voi il futuro non fate rimanere questa italia attacato a un tipo come marco carta e registi come carlo vanzina basta o i coglioni pieni di questa gente muoviamocil’italia e sempre dietro e abbiamo artisti ,registi e cantanti che pottrebero spaccare il cu…………..a gente famose che all’estero sono braVI ok ciao ragazzi muoviamoci ciao da basta 71 e bravo quell’ragazzo che a scritto quell cose su schegge di follia ciao bello

  18. Comment di Marpha Ht — 9 Dicembre 2009 @ 13:48

    R.I.P Chris , Nancy , Daniel….
    assolutamente contrario alla censura.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment