Odiare

Posted by Enricoditvdiari | Brodo | venerdì 18 agosto 2006 16:42

LA LAV
Mi sono iscritto alla LAV.
Con gli animali ho un pessimo rapporto.
Gli animali domestici mi fan cagare.
Accarezzo la mia gatta con i guanti perchè sono allergico.
Non porterei mai a spasso un cane.
Ma tutto ciò non è socialmente accettabile.
Se non esclami “ciaoooo, dio mio ma sei bellissimo
al primo QuattroZampe che incontri per strada.
Se non elevi il tuo status passeggiando col Chow Chow
e col Pellicciotto D&G
tra i tavoli in vimini del Bar Commercio – Provincia di Oderzo.
Se.
Allora sei un paria.
La comunità ti sterilizza emarginandoti.
Era ora di mettere fine all’emarginazione.
Ora ho una tessera LAV.
Ora amo anch’io gli animali.

MACCARTISMO
Ho preso la macchina e sono andato
a Lignano – Provincia di Oderzo.
Vivere a Oderzo ti permette di essere un vero cosmopolita.
Coniughi mete trendy e mete pop
con una disinvoltura senza precedenti.
Usi le mete pop
per raccontare le vacanze trendy.
Favignana vs Lignano.
Isola di Ponza vs Bibione
Formentera vs Sagra di Camino.
Ovunque tu sia non ha importanza, l’importante è puntare un gomito al banco
e ordinare lo spritz.
E stupirti e scandalizzarti se ti rispondono:
What’s Spritz?

Campari, ergo sum.

Fuochi d’artificio di Ferragosto.
Terrazza Mare.
Di Lignano, non di Jesolo.
Quella cosa che sembra la baia di Sidney
in versione “abbiamo finito presto il cemento, altrimenti…”

Bum.
Fssshhhhhh.
Bum. Boo-Boo-Booom.
Odio i fuochi.
Finiscono i fuochi.
Passeggiamo verso il Tango Café.
Ordino un Pimm’s.
Sfila accanto a noi un noto PR di discoteche della riviera.
Con moglie e bambina.
Indossa una t-shirt Dutch.
Io rispondo con una polo Brooksfield.
Lo avviciniamo.
Convenevoli.
“Che merda de foghi”
Pausa.
“Se vede che li gà organizai el comun
Sti qua xé i classici foghi comunisti, xé i foghi de Prodi.
Ahahahaahaha.”
Pausa
“Doman ve invito tuti a vedar i foghi de Pineta.
I foghi privati. Li gavemo organizadi noi coi comercianti
de Pineta, xé i foghi più bei de tuta l’Italia.
Xé foghi capitaisti, ahahhaah, foghi liberal

Foghi.
Liberal.
Provo a concentrare tutta la mia potenza psionica sul suo rado capello
di quarentenne viveur.
Ma non prende fuoco.
Non arde vivo.
Non c’è verso.
Mi devo allenare di più.
Mia madre in questo periodo potrebbe essere un’ottima cavia.

MIMMO ROTELLA
Cammino per Lignano in una mattina di pioggia.
E’ la mattina dopo ferragosto.
E la mia insonnia mi ha svegliato alle 8.
Faccio slalom tra un esercito di Inglesine e Passeggini Chicco.
Esco con l’unico obiettivo di comprare un libro di poesie di Marina Cvetaeva.
Devo esibirlo in spiaggia.
Coniugare il mio costume Allen Cox con Marina Cvetaeva.
Devo provare il pendant.

Forse Lignano non è il posto giusto per la poesia russa.
Ma nelle librerie sabbiose ho spesso trovato cose impensabili.

La vetrina di Sbaiz mi toglie subito tutte le velleità intellettuali.
Con accostamenti strani e meravigliosi.
Dior steso su una composizione di Mimmo Rotella.
Lanvin e Givenchy anche.
Non capisco come Sbaiz possa sopravvivere a Lignano.

Sto affondando gli occhi su una blusa coloratissima di Antonio Marras.
Godo.
Accanto a me sosta un coetaneo.
In piedi.
Ma con lo sguardo basso.
E sul cartellino dei prezzi.
“Mamaaaaa vien vedar quanto ch’el costa sto giubott”
Si avvicina la madre.
“Otossentosessantaoto euro ‘pa ‘na merda del genere”.
“Ié mati”
“Ié fòra coe cartoine”
“Ma con otossentosessantaoto euri te portitu casa el giubott o anca el quadro?”
“Ahahaahaha”

Li odio.
Non dovrei odiarli.
Non dovrei prenderli in giro.
Perchè è la più classica e la più facile Satira del Villano.
Non dovrei odiarli.
Perchè forse odio di più la moglie del Cayennato locale
che se lo compra, il cappotto di Marras.
Senza sapere ciò che indossa.
Cosa faccio?
Chi odio?
Io devo odiare.

Decido di odiare le Alci del nuovo arcade
nella sala giochi sotto l’appartamento.
Un simulatore di caccia.
Non nel senso degli F-104.
No.
Simuli la caccia nei boschi.
Ammazzando alci.
Ammazzando poiane.
E’ un gioco per animalisti.
E io gioco con la tessera LAV.

Crisi Metropolitana di Giuni Russo copre la desolazione ferragostana

41 Comments »

  1. Comment by utente anonimo — 18 Agosto 2006 @ 18:16

    Wau sono il primo a commentare!!!!Pensavate di esservi già liberati di me mi dispiace ma fino alla mezzanotte di ‘sta sera sono ancora un membro della blogosfera…ah al tipo che nell’altro post si chiedeva se fossi reale rispondo che è un quesito che mi pongo spesso ma a cui non trovo risposta.da92

  2. Comment by utente anonimo — 18 Agosto 2006 @ 18:27

    Per caso qualcuno sa il cognome di stefaniaditvdiari!!!!Comunque sto guardando la repplica di tvdiari ma ormai enrico è stato eliminato e il programma è molto triste( da una settimana è arrivato filippo e la tv mi sta cominicando che è primo)vi saluto dovrete sopravivere quindici giorni senza me…!!!da92

  3. Comment by utente anonimo — 18 Agosto 2006 @ 18:38

    Penso che mariacristinaditvdiari abbia una tessera lav ha appena detto di non prendersi sul seri ma di prendere sul serio i gatti….

    oddio sta parlando filippo!!!!Ho paura!!

  4. Comment by utente anonimo — 18 Agosto 2006 @ 19:43

    mi sa che dopo questo post la tessera LAV scomparirà magicamente…

  5. Comment by utente anonimo — 18 Agosto 2006 @ 20:39

    I trevisani xe avanti, i fa tuto lori, el lavor xe roba sua, i fa anche i musati e dopo gli esporta, la lav difendi anche i musati?

  6. Comment by utente anonimo — 18 Agosto 2006 @ 22:15

    da trevigiana mi turba non conoscere i musati..conosco i muset. che ci siano analogie? devo svegliare mia nonna per sapere?… tornando al post: credo mi sia dovuto un tanto per il riferimento a favignana..e non negare. stabilirò una quota equa va… per l’odio -“fino a qua tutto bene”- c’è solo imbarazzo,direi…

  7. Comment by Enricoditvdiari — 19 Agosto 2006 @ 16:39

    i Musati sono le zanzare.

    Non credo che la Lav le difenda.

    Chiederò.

    Il cognome di Stefania è facilmente reperibile in rete. Io non lo dico.

    Per l’utente anonimo qui sopra: non ho capito cosa non dovrei negare.

    In realtà non ho proprio capito un cazzo. Ma non importa.

  8. Comment by utente anonimo — 19 Agosto 2006 @ 17:05

    ti sembra modo di rispondermi? tutto per non pagarmi la quota ispirazione. comunque, ero solo la cris presa da un attacco di narcicentrismo …chiedo venia.

  9. Comment by wordscankill — 20 Agosto 2006 @ 11:27

    Ara che i olandesi xe mia rivai fin Verona, setu?

    Datch, per l’amor di dio.

    Cito dal loro sito ufficiale:

    “La storia di Datch è recente.

    Ma importante. […]

    Il simbolo che l’ha lanciata: lo spartano. I mood che l’accompagnano: grinta e lealtà [ma non sono mood, cazzo. n.d.r.]

    Grinta – intesa come ricerca estetica, dinamismo intellettuale”

    Mi fermo.

    Vecchio, la collezione gothic di Datch ha degli smanicati in rosa pastello.

    Avanguardia.

  10. Comment by utente anonimo — 20 Agosto 2006 @ 14:24

    vieni emarginato anche se all’incontro con una neomamma non incombi sull’infante squittendo “pucci-pucci-miao-miao” contemporaneamente esibendoti in una performance facciale lombrosiana…allora come pensi di provvedere? tessera PP:Protezione Passeggini? (inglesine of course)

  11. Comment by utente anonimo — 20 Agosto 2006 @ 14:27

    cadere su DATCH è grave…

    consigliabile un ripasso di “Troppo Belli”

    Costa docet.

  12. Comment by utente anonimo — 20 Agosto 2006 @ 16:26

    non capisco come colleghi i vari paragrafi…mah..

  13. Comment by utente anonimo — 20 Agosto 2006 @ 18:27

    Tu sei un genio.

  14. Comment by utente anonimo — 20 Agosto 2006 @ 18:46

    Dire a Enricoditvdiari che è un genio,è come dire a uno alto due metri: come si sta lassù?

  15. Comment by ZincoCarbonio — 20 Agosto 2006 @ 23:38

    ..su amico mio..dì che è stata una figata..dì che ammazzare alci è stato quanto di più rilassante potesse esserci in quel momento..molto più dei tamburini cinesi eh??

    ..e poi molla sta cazzo di tessera LAV..il mio chow chow ti ha quasi staccato un braccio..ehh che ricordi!!!

    Cinofilicamente

    LoZioCiT

    Accompagna il tutto l’ alce Bullwinkle che strimpella You Don’ t Love Me dei The KooKs.

    AH!

  16. Comment by Enricoditvdiari — 21 Agosto 2006 @ 09:02

    Scusate davvero.

    Preso da un impeto di “dinamismo intellettuale” ho sbagliato datch in dutch.

    Non ne faccio mai di sti errori.

    Non capiterà mai più.

    Le inglesine spaccano svariati culi ma io consiglio il passeggino Tripp-Trapp della Stokke.

    Per lo Zio Cit: ammazzare Alci è stato il “top” del mio ferragosto in tua compagnia…tu pensa il resto eheheehhe 🙂 I love u.

    Ti assicuro che un giorno farò un post sul compianto Poldo e la sua ingiustificata aggressività nei miei confronti. Il tuo Chow Chow non mi stava sul cazzo, mi inquietava…sembrava uscito da un film di Lynch.

  17. Comment by Enricoditvdiari — 21 Agosto 2006 @ 09:15

    Ah, sia chiaro non accetto lezioni da nessuno su Troppo Belli.

    E su nessun Tronista.

    Diego Conte uno di noi.

    Subcomandante Luca Dorigo.

  18. Comment by utente anonimo — 21 Agosto 2006 @ 09:54

    Incredibile. la frase più ripetuta nelle mie ferie è: sembra uscito da un film di david lynch. poi: pare che Conte se la faccia con l’ultima velina di Vieri. Cris

  19. Comment by utente anonimo — 21 Agosto 2006 @ 19:17

    coma fa un ragazzo intelligente e colto come te ad amare programmi del genere??è un quesito che mi tormenta la notte…

  20. Comment by utente anonimo — 21 Agosto 2006 @ 20:13

    Salve, ti invito a visitare il mio blog http://scrittorisimuore.ilcannocchiale.it (sottotitolo: la magnifiche sorti e depressive). Un cordiale saluto,

    Enzo

  21. Comment by krossroads — 21 Agosto 2006 @ 20:36

    Utente 19: la parola d’ordine è sociologia cialtrona….!

  22. Comment by IgorTV — 22 Agosto 2006 @ 12:55

    Io mi iscriverei alla LAT (Lega Anti Trolley) se esistesse…

  23. Comment by mav — 22 Agosto 2006 @ 15:08

    viva la sociologia cialtrona, non c’è niente di peggio che parlare di tronisti con le persone per bene.

  24. Comment by Enricoditvdiari — 22 Agosto 2006 @ 15:10

    Potrei parlare per ore e ore,

    della genesi del mito di Costantino Vitagliano.

    Del laicismo sfrenato di Rocco Casalino.

    Di Maria.

    Anzi no, di Maria non parlo. La amo e basta.

    Degli amori di Monica Hill.

    Di Zita Fusco.

    Di come Luca Dorigo abbia dormito a casa mia quando ancora non era Luca Dorigo.

    Un giorno lo farò.

  25. Comment by utente anonimo — 22 Agosto 2006 @ 16:28

    scusa l’ignoranza ma..chi sarebbe Luca Dorigo??

  26. Comment by krossroads — 22 Agosto 2006 @ 16:51

    Mai fare ste domande qui.. urtate l’animo del divo…

  27. Comment by utente anonimo — 22 Agosto 2006 @ 20:18

    Enrico, perchè non scrivi mai un post su quella volta che tua madre ti ha scoperto nudo in camera con una carota nel sedere e la zucchina in bocca?

    E’ per quello che non vi parlate più e tu fai tutto il sostenuto, vero?

  28. Comment by utente anonimo — 23 Agosto 2006 @ 11:13

    attendo impaziente la notte di luca dorigo a casa tua…avevi intuito che sarebbe diventato il tuo idolo gia´allora? mad

  29. Comment by utente anonimo — 23 Agosto 2006 @ 16:15

    si però effettivamente sono tamtissimi quei soldi, cioè sarà anche un capo fico, di qualità e tutto quello che vuoi, però l’è massa!!!!anche perchè generalmente la “gente comune” anche se ha qualche solddino in più non è guarda alla “praticità” di un capo d’abbigliamento piuttosto che a sottili intellettualismi o robe troppo sofisticate…

    🙂 mcgm

  30. Comment by utente anonimo — 23 Agosto 2006 @ 17:08

    Direi che la marca/taglio/fattura di un vestito a che vedere piu’ con l’ edonismo che col sottile intellettualismo. Poi uno volgare e buzzurro resta tale anche se veste Gieves & Hawkes.

    R.

  31. Comment by utente anonimo — 23 Agosto 2006 @ 17:39

    ho saltato un “ha”

  32. Comment by utente anonimo — 23 Agosto 2006 @ 23:52

    mi auguro però che non ti piaccia quel becero terrone di antonio marras, raramente l’espressione “braccia strappate all’agricoltura” ha avuto più senso, se no perdi veramente tanti punti

  33. Comment by krossroads — 24 Agosto 2006 @ 11:37

    senno’ perdi VERAMENTE tanti punti…essu’!!

  34. Comment by JackPalance — 24 Agosto 2006 @ 22:40

    Ehehe…indovina chi e’ passato a trovarti…e tornera’..Marras e’ Marras..Semper Fidelis.

  35. Comment by ZincoCarbonio — 25 Agosto 2006 @ 07:20

    ma becero è sinonimo di acerbo?

    Ma le alci sono animali da frutto?

    Ma Chuck Norris ucciderebbe un’ alce?

    Io non dormo da tre notti non trovando risp a tali domande..

    “Un giorno mi promisi di scalare il K2, e lo feci. Fu un’ impresa estrema. Arrivato in cima mi accorsi di non essere solo. Mi voltai e vidi Chuck Norris. Era a petto nudo che beveva un birra.

    Ghiacciata.”

    Intimiditamente

    LoZioCiT

  36. Comment by Honey03 — 25 Agosto 2006 @ 16:03

    Sono tornata.

    Ci leggiamo presto.

    V.

  37. Comment by mav — 25 Agosto 2006 @ 17:59

    zita abitava praticamente attaccata ai miei amici lesionati in via zanella…adesso però non ci abitano più, era bellissima quella zona

  38. Comment by krossroads — 26 Agosto 2006 @ 14:38

    http://top100.qix.it/

    sei 550°…lo scopo e’ farti avanzare.

  39. Comment by utente anonimo — 27 Agosto 2006 @ 07:57

    Non sono una balena,

    non sono arbitro, ne riccuccio

    e non ho marchi.

    Non sono arrivato in barca sul mediterraneo

    non sono un elefante,

    e neanche un albero…

    Sono un fantasma fra i fantasmi scelti per fare da pasto

    Davanti a me vedo solo colonne vertebrali

    perché sono come te un depredato dai colletti bianchi

    – TRIBUNALE DEL RIESAME – indagato Lozzi

    “…svisarono a tal punto le loro pubbliche funzioni, da fungere inequivocabilmente da “lobbysti occulti” che in realtà lavoravano nell’esclusivo interesse del loro cliente e a danno da chi dovevano tutelare..(..) possono muoversi all’interno di un humus che pare ..essere stato caratterizzato da profondi e duraturi elementi di illiceità, nella gestione delle procedure concorsuali, potendo quindi godere di appoggi, solidarietà e potendo esercitare anche una loro capacità di ricatto e pressioni all’interno di gruppi professionali e di potere (…) si basano, sociologicamente, nella logica del potere e dell’arricchimento da delitto dei colletti bianchi”

    CSM trasferimento del giudice Puliga, 2005:

    – “Ella, essendo stato incardinato per anni nella Sezione fallimentare del Tribunale di Firenze …. approfittando del Suo pubblico ruolo, imbastiva fitte trame affaristiche con i professionisti interessati… Per effetto di tale comportamento, perpetratosi nel corso degli anni, Lei comprometteva l’indipendenza ed il prestigio dell’Ordine giudiziario… le vicende in esame abbiano riguardato vari soggetti del mondo giudiziario (personale amministrativo, liberi professionisti, magistrati operanti in Firenze), ma anche l’intera collettività…”

    Documenti, registrazioni, articoli, foto e video in

    http://www.casosannino.com

  40. Comment by Enricoditvdiari — 28 Agosto 2006 @ 11:56

    fermo restando che di classifiche di blog me ne frega Less than zero (cit.) non ho idea di chi mi abbia segnalato o inserito (che ringrazio affettuosamente). Il problema è che mi ha segnalato come http://www.enricoditvdiari.splinder.com, e non senza il www. Ho già avvisato per modificare, senza il www dovrei recuperare qualche posizione, forse.

  41. Comment by krossroads — 28 Agosto 2006 @ 14:46

    insomma…”meno che zero” .

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a comment